Campagna Vaccinale: Ordinanza n. 6 Commissario Emergenza Covid-19

Il sito del Governo Italiano, Presidenza del Consiglio dei Ministri, pubblica l’Ordinanza n. 6/2021 del 9 aprile 2021 del Commissario per l’Emergenza Covid-19, Generale Francesco Paolo Figliuolo.

L’ordinanza, in linea con il Piano nazionale del Ministero della Salute approvato con decreto 12 marzo 2021, dispone il seguente ordine di priorità ai fini della vaccinazione:

  • persone di età superiore agli 80 anni; 
  • persone con elevata fragilità e, ove previsto dalle specifiche indicazioni contenute alla Categoria 1, Tabella 1 e 2 delle citate Raccomandazioni ad interim, dei familiari conviventi, caregiver, genitori/tutori/affidatari;
  • persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni e, a seguire, di quelle di età compresa tra i 60 e i 69 anni, 

utilizzando prevalentemente vaccini Vaxzevria (precedentemente denominato COVID-19 Vaccine AstraZeneca) come da recente indicazione dell’AIFA.

Parallelamente viene completata la vaccinazione di tutto il personale sanitario e sociosanitario, in prima linea nella diagnosi, nel trattamento e nella cura del Covid-19 e di tutti coloro che operano in presenza presso strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private.

A seguire, sono vaccinate le altre categorie considerate prioritarie dal Piano nazionale, parallelamente alle fasce anagrafiche secondo l’ordine indicato.

Le persone, che hanno già ricevuto una prima somministrazione, potranno completare il ciclo vaccinale col medesimo vaccino.”

Resta da capire, come già indicato nelle nostre News del 7 e del 9 aprile scorsi, come e quando sarà possibile gestire le vaccinazioni nei luoghi di lavoro, così ampliamente pubblicizzate dagli Organi di Stampa. Molte Aziende Clienti ci hanno interrogato su questo tema negli ultimi giorni; la nostra impossibilità a rispondere compiutamente non deve essere interpretata come mancanza di volontà ma solo nell’oggettiva carenza di indicazioni governative precise circa l’operatività.

In ogni caso non sarà una cosa possibile nel giro di poche settimane, visto che l’Ordinanza afferma che si dovrà attendere che siano vaccinate le categorie fragili e gli over 60 anni.

Tutto questo ammesso ci sia disponibilità di vaccini che possano essere gestiti facilmente sotto il profilo della catena del freddo.

Detto questo, come sempre, sarà nostra cura informarvi tempestivamente non appena possibile.