Tavolo Tecnico per lo Sviluppo e il Coordinamento del SINP

Il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali pubblica il Decreto ministeriale n. 14 del 6 febbraio 2018 con il quale si costituisce il tavolo tecnico per lo sviluppo e il coordinamento del Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione (SINP).

La costituzione è avvenuta ai sensi dell’art. 5 del Decreto 25 maggio 2016 n. 183 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministro della Salute, di concerto con il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione.

Il Tavolo:

  1. verifica l’adeguatezza delle modalità tecniche di funzionamento del SINP in funzione delle esigenze di programmazione, monitoraggio e valutazione delle politiche di sicurezza nei luoghi di lavoro, individuate dal comitato di cui all’articolo 5 del decreto legislativo n. 81 del 2008;
  2. garantisce la rispondenza dei contenuti dei flussi informativi alle finalità stabilite dal decreto legislativo n. 81 del 2008;
  3. formula proposte in relazione all’incremento quantitativo/qualitativo del SINP tenendo conto delle risorse professionali, economiche e strumentali a disposizione e coordina le fasi di sviluppo progettuale e organizzativo/funzionale anche con riguardo ai profili di ricerca e impostazione relazionale con altri enti, istituzioni, organismi fonti di dati/informazioni utili all’accrescimento delle conoscenze e delle conseguenti azioni del sistema prevenzionale; nell’ambito di tale attività acquisisce il concorso degli organismi paritetici e degli istituti di settore a carattere scientifico, ivi compresi quelli che si occupano della salute delle donne;
  4. definisce modalità tecnico-operative per migliorare l’accessibilità, la fruibilità e la diffusione delle informazioni, formulando proposte di sviluppo tenendo conto delle risorse professionali, economiche e strumentali;
  5. produce, sulla base degli indirizzi del comitato di cui all’articolo 5 del decreto legislativo n. 81 del 2008, i report nazionali per le finalità di ruolo e le cadenze temporali previste dal predetto decreto legislativo, e altri report su richiesta o quale proposta tecnico/scientifica di evoluzione della potenzialità della reportistica, da sottoporre nelle sedi competenti, avvalendosi anche del contributo del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro (CNEL), secondo le richieste formulate dal comitato medesimo;
  6. svolge attività di supporto per le esigenze, anche di informazione statistica, degli enti che concorrono alla realizzazione del SINP ai vari livelli di intervento;
  7. formula proposte in merito a iniziative di comunicazione al fine di diffondere le conoscenze derivanti dall’attività svolta;
  8. promuove iniziative di aggiornamento degli operatori, ai vari livelli territoriali, sullo stato di sviluppo del SINP e sull’utilizzo delle informazioni.

Comments are closed.